!!! FLASH NEWS !!!

Trasferire dati tra Android

Ecco come impostare il vostro smartphone una volta per tutte nel modo corretto per evitare la perdita dei vostri dati

Trasferire dati tra Android

Ogni anno, in Italia, vengono venduti oltre 3,6 milioni di smartphone e, la maggior parte di essi, è equipaggiato con sistema operativo Android. Sono quasi 10.000 utenti che, ogni giorno, si trovano a dover trasferire dati tra Android.

Bene direi, il mercato gira, ma avete presente la quantità di dati che ogni giorno viene persa semplicemente perché buona parte degli utenti non ha idea di come impostare un backup o trasferire i propri dati sul nuovo smartphone acquistato? Ogni giorno milioni di foto, video e documenti vengono abbandonati su vecchi smartphone e, successivamente, gettati con loro.

Oggi, in questo articolo, non voglio semplicemente spiegare come trasferire dati tra Android, ma voglio offrirvi qualcosa in più, voglio spiegarvi come impostare il vostro smartphone una volta per tutte nel modo corretto per evitare la perdita dei vostri dati, non solo durante il cambio per l’acquisto di un nuovo modello, ma anche nel caso di un’improvvisa rottura o smarrimento, cosa che renderebbe completamente impossibile il trasferimento ed il recupero dei dati.

Quali sono i dati davvero importanti da non perdere?

Ok, è vero che determinati dati possono essere più importanti per qualcuno piuttosto che qualcun altro, ma in linea di massima, ciò che di media un po’ tutti gli utenti desidererebbero non perdere, sono: i contatti, le foto, i video, le email, i documenti, le impostazioni delle app (compresi eventuali acquisti già effettuati), la musica, le conversazioni delle varie app di messaggistica e le eventuali note.

Facciamo dunque un passo alla volta ed iniziamo a parlare di Account Google. Ogni smartphone Android necessita di un Account Google per poter… diciamo “vivere”. Un Account Google non è altro che una email che termina per @gmail.com e, oltre a permettervi di scaricare ed aggiornare le varie app presenti nel dispositivo, offre anche la possibilità di effettuare un backup costante di parecchi dati importanti, tra cui i contatti, i dati delle app, le email e molto altro.

Il primo passo da fare è quindi impostare l’Account Google registrato nel vostro smartphone per svolgere una sincronizzazione costante di tutto ciò che può. Per farlo dovete entrare nelle Impostazioni del vostro telefono, accedere alla sezione Cloud e account, selezionare la voce Account e successivamente la mail del vostro Account Google. Da qui, toccando la voce Sincronizza account, potrete abilitare tutte le sincronizzazioni automatiche e mettere già al sicuro una prima parte di dati.

Se non possedete ancora un account Google, potete facilmente crearne uno seguendo la semplice guida a questo link.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

I Contatti

ContattiPer quanto riguarda i contatti, il metodo più sicuro per non rischiare di perderli, è fare in modo che vengano memorizzati all’interno del vostro Account Google. Per fare in modo che tutti i contatti presenti nel vostro telefono vengano correttamente sincronizzati e salvati nell’Account Google, dovete accertarvi che siano stati tutti esportati verso lo stesso.

Per farlo, entrate nella Rubrica tramite l’apposita icona, toccate i tre puntini in alto a destra per far comparire il menù contestuale e scegliete la voce Gestisci contatti. Toccate poi su Sposta contatti dal telefono, selezionate il vostro Account Google e confermate l’operazione con SPOSTA.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Ora tornate alla Rubrica, toccate nuovamente i tre puntini in alto per il menù contestuale, quindi Gestisci contatti, entrate poi nella sezione Posizione di memoria predefinita e scegliete nuovamente il vostro Account Google. D’ora in avanti, tutti i vostri nuovi contatti saranno salvati nella Rubrica di Google online e quindi completamente al sicuro.

Le Foto

Google fotoRiuscire a salvare tutte le foto contenute in uno smartphone Android, non è sempre l’operazione più semplice. Un’ottima soluzione potrebbe essere salvarle tutte su una micro SD esterna, ma purtroppo non tutte le app (compresa WhatsApp) permettono di impostare la scheda micro SD come memoria predefinita per il salvataggio dei media, costringendoci a spostarli eventualmente manualmente. Per questo motivo, per quanto riguarda il salvataggio delle foto, ci affideremo al servizio Foto fornito sempre da Google.

Toccate quindi l’icona Foto sul display del vostro smartphone, poi le tre barrette in alto a sinistra per far comparire il menù, successivamente Impostazioni e Backup e sincronizzazione. Qui assicuratevi che la prima voce, Backup e sincronizzazione, sia attivata, dunque proseguite selezionando, poco sotto, Cartelle del dispositivo sottoposte a backup.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Qui troverete, suddivise in diversi album, tutte le foto presenti nel vostro dispositivo. Attivate Backup e sincronizzazione per ogni album tramite l’apposito selettore posto a lato e tornate alla schermata precedente, tappate su Dimensioni caricamento e scegliete se salvare le foto con qualità Originale, oppure in Alta qualità. La differenza sta nel fatto che, caricandole in Alta qualità potrete godere di spazio di archiviazione illimitato, mentre se le volete conservarle con qualità Originale, avrete a disposizione 15Gb di spazio gratuito, espandibile eventualmente, in caso di necessità, pagando una piccola quota mensile.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

I Video

Video AndroidPer quanto riguarda il salvataggio dei video, la procedura è praticamente la stessa appena vista per le Foto, in quanto Google Foto è in grado di eseguire Backup e sincronizzazione, all’interno delle stesse cartelle, sia di foto che di video indistintamente. Essendo però il peso dei video decisamente più elevato rispetto a quello delle foto, nella schermata delle Impostazioni di Backup e sincronizzazione, il caricamento automatico dei video in Google Foto viene impostato di default per essere eseguito solamente se connessi ad una rete Wi-fi.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Questa funzionalità è così settata come impostazione predefinita per limitare il consumo eccessivo di dati del proprio piano tariffario, quindi attenzione, cercate di trovare almeno ogni tanto (meglio sarebbe quotidianamente), una connessione Wi-fi alla quale connettervi per mantenere aggiornato anche il salvataggio dei vostri video.

Le conversazioni delle app di messaggistica

Passiamo ora a vedere come salvare le conversazioni delle varie app di messaggistica istantanea. Beh, per quanto riguarda gli sms, penso che ormai non interessino praticamente più a nessuno, in ogni caso, se proprio volete salvarli, vi consiglio di utilizzare o un’app dedicata come Sms Backup & Restore. Per quanto riguarda invece le altre app di messaggistica, parleremo delle tre più famose, ovvero WhatsApp, Messenger e Telegram.

Per salvare le conversazioni ed i media di Messenger e Telegram, non serve fare assolutamente nulla, entrambe le app in questione provvedono automaticamente ed autonomamente a salvare su un proprio server tutto ciò che serve per un eventuale recupero dei dati. Una volta installate sul nuovo dispositivo, vi basterà loggarvi attraverso le vostre credenziali per trovare tutto esattamente come l’avevate lasciato sul vecchio telefono.

Le cose sono invece un po’ diverse se parliamo di WhatsApp. Per impostare correttamente il backup automatico delle conversazioni di WhatsApp occorre seguire la semplice procedura riportata qui sotto.

Avviate WhatsApp ed accedete alle Impostazioni dell’app pigiando sui tre puntini in alto a destra, poi Impostazioni, Chat ed infine su Backup delle chat.

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

Trasferire dati tra Android

A questo punto toccate Backup su Google Drive ed impostate la frequenza di backup su Quotidiano.  Vi verrà richiesto di selezionare il vostro account Google sul quale eseguire il backup della cronologia delle chat.

Se nel backup volete includere anche i video, spuntate l’apposita casella sul fondo e ricordate che, come spiegato precedentemente per i video, se l’impostazione Backup tramite è impostata su Solo Wi.Fi, avrete un consumo inferiore dei dati ma il backup verrà eseguito solamente se connessi ad una rete Wi-Fi.

Trasferire-dati-tra-Android

Ricordo inoltre che, se avete seguito la precedente procedura per salvare foto e video su Google Foto, i media di WhatsApp sono comunque già al sicuro.

Un consiglio molto utile che posso darvi, è di eseguire come ultima operazione da fare sul vecchio telefono prima di metterlo in pensione definitivamente per iniziare ad utilizzare quello nuovo, proprio il backup manuale delle chat di WhatApp. Questo in quanto, eseguendo WhatsApp il backup automatico su Google Drive solamente una volta al giorno e solamente sotto Wi-Fi, rischiereste di perdere comunque le ultime conversazioni della giornata.

Per eseguire un backup manuale delle chat di WhatsApp è sufficiente tornare nelle Impostazioni delle chat e, sotto la solita voce Backup delle chat, toccare il pulsante verde ESEGUI BACKUP.

Trasferire-dati-tra-Android

Le Note

Google KeepPer quanto riguarda le Note, il mio consiglio è molto semplice. A meno che non abbiate proprio delle esigenze davvero specifiche, utilizzate l’app Google Keep – note ed elenchi, la semplicissima app di note personali fornita gratuitamente da Google.

Questo consiglio deriva dal fatto che, essendo Google Keep un’app prodotta da Google, eseguendo la semplice procedura su come impostare l’account Google ed attivare le sincronizzazioni automatiche descritta a inizio articolo, troverete sempre tutte le vostre note salvate e al sicuro, basterà reinstallare Google Keep – note ed elenchi sul nuovo telefono e voilà, avrete nuovamente tutte le vostre note a disposizione.

Se invece le vostre esigenze personali vi portano necessariamente a dover utilizzare un’altra app, più professionale, magari a pagamento, assicuratevi quantomeno che, tra le impostazioni, permetta il backup dei dati su Google Drive e non solamente in locale, da dove il trasferimento sul nuovo dispositivo risulterebbe decisamente più complesso.

Bene, cosa ci rimane? La musica? Beh, per la musica il mio consiglio è davvero semplice, la musica conservatela sempre sulla microSD. Così facendo non rischiate di riempire in poco tempo la memoria interna del telefono (sempre troppo poca) e per di più è molto più semplice la gestione e l’organizzazione dei file tramite il PC.

Sembra che su come trasferire dati tra Android (almeno i più importanti) sia proprio tutto e, se avete seguito passo passo la guida, ora dovreste avere in mano il vostro nuovo smartphone con tutto ciò che avevate nel vecchio.

NB: le funzionalità appena descritte ed illustrate sono disponibili per tutti i modelli di smartphone, indipendentemente dalla marca, dal modello o dalla versione di Android installata. Nonostante questo, sarà comunque possibile trovare delle piccole incongruenze nella procedura, dovute ad eventuali modifiche apportate dai vari produttori in fase di personalizzazione del prodotto. La procedura e le illustrazioni utilizzate per il tutorial sono state eseguite su un Samsung Galaxy S8 (SM-G950F) equipaggiato con Android 8.0.




TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO?

SE NON LO HAI GIÀ’ FATTO,

AIUTACI A CONDIVIDERLO CON I TUOI AMICI

TI BASTA UN PICCOLO CLICK 😉

Ti consiglio anche…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.