!!! FLASH NEWS !!!

La casa del futuro e i dispositivi Smart. La rivoluzione è iniziata.

Il numero degli accessori intelligenti è in continua crescita, le funzionalità aumentano ed ogni oggetto di uso domestico trova il modo di connettersi ad Internet portando la nostra abitazione ad un nuovo livello tecnologico. Ecco l'ecosistema dei dispositivi Smart.

dispositivi Smart

Vittime di un mercato evidentemente ormai saturo di prodotti come quello dell’elettronica di consumo, le molte aziende produttrici hanno ovviamente colto la palla al balzo con l’avvento dei dispositivi ad uso domestico intelligenti, ossia l’intero settore definito Smart Home (Casa Intelligente), quello che comprende sostanzialmente tutti gli oggetti casalinghi di comune utilizzo e, in particolar modo, gli elettrodomestici che, per essere definiti Intelligenti, devono essere sostanzialmente in grado di connettersi ad Internet accedendo così ad una serie di funzionalità aggiuntive, legate soprattutto al controllo remoto tramite App da smartphone o tablet.

A rallentare la diffusione delle Apparecchiature Intelligenti è stato finora purtroppo il costo eccessivamente elevato ma, una volta consolidato il mercato di telefoni e televisori, i produttori si sono messi alla perlustrazione di nuovi territori, a partire dall’illuminazione domestica.

Le lampadine Smart sono infatti oggi uno dei nuovi oggetti intelligenti più diffusi nelle nostre abitazioni, anche se rimangono ancora in molti ad arricciare il naso di fronte ad un costo iniziale che può aggirarsi intorno ai 40 euro per una singola lampadina.

Proprio per cercare di valicare questo scoglio, i principali produttori (ed anche moltissime StartUp) hanno iniziato a lavorare su apparecchi in grado di assicurare una completa esperienza d’uso, ma con costi più accessibili.

Un ottimo esempio di tutto ciò lo porta nuovo sistema ideato da Belkin chiamato Wemo. La gamma comprende diversi dispositivi tra i quali spicca l’interruttore Wemo, ovvero una semplice presa elettrica dotata però di Wi-Fi e funzionalità Smart che consentono di accendere, spegnere o programmare da remoto tramite smartphone o tablet qualunque apparecchio ad esso collegato, il tutto ad un costo al di sotto dei 40 euro.

Il cuore pulsante dell’intelligenza artificiale

Chi ha già iniziato ad esplorare il mondo dei Dispositivi Smart Home installando Videocamere IP, termostati, lampadine e frigoriferi intelligenti, si sarà indubbiamente reso conto dell’importanza della compatibilità in tutto questo.

Il panorama Prodotti Smart è ad oggi davvero molto ampio, ma non esiste ancora in effetti uno standard in grado di garantire a tutti i dispositivi, indipendentemente dal produttore, di lavorare congiuntamente. È così infatti che diventa molto facile trovarsi a dover avviare diverse App per gestire diversi apparecchi, anziché un’unica in grado di controllare ogni cosa.

A fare la differenza questa volta non sono però i singoli prodotti, ma bensì i Sistemi ad Intelligenza Artificiale che dirigono il tutto.

Sebbene ne esistano molti, negli ultimi mesi la situazione sembra però aver preso finalmente una direzione un po’ più chiara con i sistemi distribuiti da, guarda caso, tre colossi della produzione, parliamo di Apple con il suo HomeKit governato dall’assistente vocale Siri, Google con Google Home e la voce di Assistant ed Amazon, con il suo Echo e l’assistente Alexa.

La diffusione sempre più massiccia di questi tre Sistemi ad Intelligenza Artificiale ha portato moltissime aziende a non rischiare insistendo con le minori alternative, ma bensì a rendere i propri accessori il più possibile compatibili con le specifiche maggiormente propagate e testate.

Se state quindi muovendo i primi passi verso il nuovo mondo della Smart Home, fate molta attenzione a ciò che acquistate ed assicuratevi che il dispositivo sia totalmente compatibile con il Sistema ad Intelligenza Artificiale che avete deciso di adottare come vostro standard. Senza effettuare le dovute verifiche, il rischio di non poterlo utilizzare in combinazione con gli altri è davvero elevato.

Smart Device utili e Smart Device… stupidi

Il più influente ritrovo annuale per i produttori di tecnologie di consumo è il CES che quest’anno si è svolto a Las Vegas.

Ovviamente le proposte per la Casa Smart sono state moltissime, alcune molto allettanti ma altre onestamente discutibili, come ad esempio il dispositivo Smart in grado di piegare le camicie oppure la tavoletta per il water controllabile con la voce. 😯

Sorvolando queste bizzarrie, non sono mancati comunque i prodotti interessanti, come le Telecamere di Sorveglianza proposte da Arlo con un occhio di riguardo per Baby, ideata specificatamente per il controllo dei bambini o dei neonati in altre stanze della casa oppure View, la soluzione proposta da Hive per la sorveglianza degli ambienti interni e contraddistinta da un design fine, accurato e adatto anche agli ambienti più eleganti.

Diventerà tutto Smart prima o poi?

Immaginare che le nostre abitazioni saranno piene zeppe di dispositivi Intelligenti può sembrare per ora forse un po’ eccessivo ed indubbiamente non tutto ciò che ci circonda diventerà Smart, ma l’ampliamento dell’offerta di prodotti disponibili dimostra che questo ecosistema si sta diffondendo sempre più a macchia d’olio, andando ad interessare anche dei settori inaspettati.

Un chiaro esempio arriva dai Lucchetti e dalle Serrature Intelligenti proposte da Yale e gestite tramite smartphone per una maggiore sicurezza, ma la lista può proseguire citando videocitofoni, prese elettriche, altoparlanti e addirittura sistemi di sicurezza come rilevatori di fumo o veri e propri allarmi con rilevazione movimenti e quant’altro.

Insomma, se avete deciso di aprire le porte di casa vostra agli Accessori Smart, questo sembra proprio essere un ottimo momento. La tecnologia sta maturando, la scelta è vastissima ed i sistemi sempre più versatili. Il futuro è già qui!




TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO?

SE NON LO HAI GIÀ’ FATTO, AIUTAMI A CONDIVIDERLO CON I TUOI AMICI

TI BASTA UN PICCOLO CLICK 😉

Ti consiglio anche…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: